mercoledì 15 febbraio 2017

Mondiale per Club - Superenalotto entra nella storia!

Gioia, incontenibile gioia. Dopo sei sudatissime partite, dove è sempre rimasto imbattuto, finalmente Francesco Settembre può urlare al cielo: è campione del Mondo! L'ultimo arrivato (ma solo cronologicamente) nel circus del Mondiale per Club, che inizialmente doveva prevedere solamente sette compagini, è proprio colui che alla fine sbaraglia tutti, aggiudicandosi meritatamente il trofeo più ambito. La scelta dell'immagine della foto può essere alquanto curiosa, vista proprio la débacle del Barcellona di ieri contro il Paris Saint Germain ma niente è a caso: il Barcellona, infatti, ha gli stessi colori della città di Francesco, Taranto. La tanto bistrattata città dell'Ilva ha oggi infatti un motivo in più per essere orgogliosa: è la patria del nuovo campione del Mondo! E poco male se questo sia in fondo un semplice gioco, magari un semplice passatempo: per noi appassionati e, letteralmente, malati di fantacalcio, questo titolo e riconoscimento è e deve essere il massimo a cui ognuno di noi può ambire; il punto più alto che una carriera può prevedere; il trofeo più prestigioso da mettere in bacheca. Ed a conquistarlo è stata la Superenalotto, che prende l'eredità della Rossoblù 2003 (ed ecco che ritornano sempre questi colori) di Riccardo Carbone e si autoproclama per un anno intero la regina del fantacalcio mondiale. Siamo così arrivati alla fine di questa breve ma intensissima avventura. Un mese intenso ed appassionante dove abbiamo avuto l'onore di vedere all'opera i migliori fantamanager della penisola. Ma prima di congedarci e pensare già al futuro, fermiamoci un attimo ad analizzare questa straordinaria finale che ha incoronato Francesco!

SUPERENALOTTO - EVRIBADI
Settembre Francesco - Nepi Fabio
3 - 2 (78.5 - 72)
 Il modo con cui questa squadra, proveniente dalla Confederazione Leghe Fantacalcio, ha conquistato questo trofeo ha davvero dello straordinario. Un undici costruito per vincere e dominare, regalare spettacolo e divertire. L'unico pareggio che Francesco si è concesso, nella fase a gironi, è stato quello arrivato a qualificazione ottenuta contro la squadra poi arrivata terza a questa edizione del mondiale (la Misterchef di Marco Milandri, che ha vinto ai punti la finalina inizialmente finita 2 a 2 contro il Borgorosso di Andrea Caverzaschi); per il resto, la Superenalotto non ha lasciato neanche le briciole agli avversari, superati sempre con grandissime prove di forza. L'ultima, è stata questa emozionantissima finale con cui è stata regolata per 3 a 2 un Evribadi comunque da applausi. Fabio Nepi, probabilmente ancora un pò con l'acido lattico nelle gambe per l'immane sforzo della remuntada delle semifinali, stavolta non è davvero riuscito nel miracolo; e alla fine, si è dovuto arrendere alla superiorità degli avversari. Francesco sorridi: il mondo è tuo!

giovedì 9 febbraio 2017

Mondiale per Club - Grande attesa per il VII Super Bowl!

Incredibile. Non riusciamo davvero a trovare parole per quanto accaduto in queste gare di ritorno delle semifinali. Sfide degne di un Mondiale per Club tra quattro squadre che probabilmente meriterebbero tutte di vincerla, questa competizione tra giganti. Alla fine, al settimo Super Bowl della nostra storia ci andranno le rappresentanti delle due nuove federazioni che si erano presentate a questa edizione, le debuttanti COLF e SIF. La prima con il magico Superenalotto di Francesco Settembre, la seconda con l'indomabile Evribadi di Fabio Nepi: due squadre grandiose, affamate di successo e arrivate, ora, ad un passo dalla consacrazione alla storia. Il destino, però, per loro sarà opposto: e di spazio, nell'albo d'oro, ci sarà solamente per una di loro due. Ma prima di entrare nel clima della finalissima, ecco il giusto e degno omaggio alle emozioni vissute nelle semifinali; emozioni degne di un oscar alla miglior sceneggiatura.

SUPERENALOTTO - BORGOROSSO
Settembre Francesco - Caverzaschi Andrea
 5 - 4 (95.5 - 86))
(and. 2 - 1)
Si, probabilmente avrebbe firmato. Se al Borgorosso di Andrea Caverzaschi avrebbero proposto di firmare per ottenere un 86 in questa semifinale di ritorno probabilmente lo avrebbe fatto, convinto che 4 gol sarebbero bastati per acciuffare la finalissima al volo, così come gli era riuscito nella fase a gironi. Forse avrebbe pensato che si, in fondo il "sette" al Superenalotto lo avrebbe fatto lui, vista la fortuna che sembrava accompagnarlo fino ad ora. E invece, si trattava di una tremenda beffa da parte della dea bendata; di un'eliminazione dolorosa quanto incredibile. Eh si, perché il pur coraggioso e grintoso Andrea non ha fatto i conti con un Francesco Settembre meraviglioso, imbattibile, strepitoso. Con un 95.5 che gli valgono cinque gol (ed il sesto che si è stampato sul palo), la Superenalotto annichilisce infatti gli avversari, li strapazza e si prende, di prepotenza il biglietto che vale la finalissima. Forse, si tratta davvero del biglietto vincente.

EVRIBADI - MISTERCHEF
Nepi Fabio - Milandri Marco
3 - 0 (81.5 - 52.5)
(and. 1 - 4)
Se può essere utile, mi scuso ufficialmente con Marco Milandri e la sua Misterchef. L'articolo scritto dopo la gara di andata, quasi ironico, si è invece rivelato incredibilmente preveggente di un futuro su cui mai nessuno avrebbe scommesso un centesimo. La tanto invocata remuntada, a cui forse credeva solamente Fabio e il suo presidente Massimiliano che lo conosce fin troppo bene, si è invece avverata, scioccando tutti. Si ripartiva dal 4 a 1 dell'andata, ma fin dall'inizio ci si è resi conto che si trattava di tutta un'altra musica. Il Misterchef, forse già con la testa alla finalissima, scendeva in campo svogliato, sonnecchiante e soprattutto distratto; una distrazione che gli vale addirittura una penalità per l'inserimento in formazione di un giocatore non in lista. E tutto questo mentre l'Evribadi, a testa bassa, colpiva, colpiva e colpiva ancora gli avversari, realizzando quei tre gol necessari a compiere il miracolo. E Fabio conquista così un'altra finale a modo suo, come soltanto lui sa fare. Sarà uno spettacolo!

mercoledì 1 febbraio 2017

Mondiale per Club - Evribadi needs somebody to goal

Emozioni e spettacolo in questo turno di andata di semifinali. Il traguardo è sempre più vicino e, ormai, inizia ad intravedersi; ma allo stesso tempo inizia a sopraggiungere anche la stanchezza e la fatica di una competizione ok breve, ma molto intensa e stressante. A pagare il conto più salato è l'Evribadi di Fabio Nepi (SIF) che dopo tre vittorie su tre nella fase a gironi cade burrascosamente contro un fantastico Misterchef di Marco Milandri. Sorride anche l'altra squadra proveniente dal girone A, la Superenalotto di Francesco Settembre: contro il Borgorosso del "brother" del campione 2013 Stefano Caverzaschi, Andrea, la squadra della COLF ottiene un pesantissimo 2 a 1 che, pur lasciando comunque aperta ogni possibilità in vista del ritorno, rappresenta un bottino davvero fondamentale.

SUPERENALOTTO - BORGOROSSO
Settembre Francesco - Caverzaschi Andrea
2 - 1 (73 - 69.5)
Dopo l'arrembante qualificazione ottenuta nella fase a gironi, di sicuro è meglio muoversi con cautela quando si parla del Borgorosso: una squadra dal carattere d'acciaio e dalla determinazione indistuttibile innestata da un manager, Andrea, che non molla mai. Sicuramente, ne è consapevole Francesco Settembre, il vulcanico presidente del Superenalotto, che nonostante la vittoria in questa gara d'andata non appare per nulla appagato. Questa vittoria, per quanto fondamentale che sia dal momento che gli permette di compiere un importantissimo passo verso la finale, non lo mette sicuramente al riparo da brutte sorprese nella gara di ritorno, che appare più incerta ed aperta che mai.

EVRIBADI - MISTERCHEF
Nepi Fabio - Milandri Marco
1 - 4 (67.5 - 84.5)
Dopo tre vittorie su tre nella fase a gironi, era giusto dedicare una copertina all'Evribadi. Non ne abbiamo avuto la possibilità nelle precedenti giornate, lo facciamo oggi nonostante questa fragorosa sconfitta. Dopotutto, potrebbe portargli fortuna visto che questo titolo lo usai già in un commento lo scorso anno nel gruppo ufficiale della SIF. Si trattava dell'andata delle semifinali della Champions SIF e l'Evribadi, dopo la sconfitta per 3 a 1 contro gli Azzurro Stellati, sembravano ormai fuori dai giochi. Scrissi questo commento, e come per magia la squadra di Fabio ribaltò al ritorno e andò poi a vincere la coppa contro la US Cayo Costa. Oggi sicuramente sarà ancora più dura ribaltare questo 4 a 1 contro uno squadrone come il Misterchef di Marco (AFI), ma la speranza è l'ultima a morire. Di sicuro, serviranno gambe meno tremolanti e meno stanche.

martedì 24 gennaio 2017

Mondiale per Club - Il Borgorosso non si astiene dalla lotta!

Questa settimana edizione del Mondiale per Club emette i suoi primi verdetti. Il primo, il più importante, è che non ci sarà la prima doppietta consecutiva di una federazione, dal momento che il Boca Juniors di Malizia Massimiliano, rappresentante della FFE campione in carica, viene eliminato. Torna a casa anche l'AC Salute (Twinned's) e la Berz Non Molla (FantaChampions Costa d'Amalfi) che si aggiunge alla già eliminata Honeymoon Sounders (FCE). Restano quindi in gara Misterchef (AFI), Evribadi (SIF) e Borgorosso (FantaCoppe 2010) che si vanno ad aggiungere alla Superenalotto (COLF) già qualificata una settimana fa. Non mancano certamente gli spunti che avrebbero meritato un articolo in prima pagina: dal tentativo di Marco Milandri di consegnare all'AFI il terzo mondiale (cosa mai riuscita a nessuno) all'incredibile cavalcata dell'Evribadi di Fabio Nepi, unica squadra a punteggio pieno dopo tre gare. La copertina, tuttavia, vogliamo dedicarla al Borgorosso di Andrea Caverzaschi, la cui storia sembra davvero provenire da una bellissima fiaba. La rappresentante dell'ormai sciolta FantaCoppe2010 sembra infatti essere guidata dal destino; e la rocambolesca qualificazione ottenuta sul filo di lana nel girone B ci ricordano tanto l'impresa che nel 2013 suo fratello Stefano Caverzaschi realizzò alla guida dell'Atletico Coimbra, quando conquistò lo scettro Mondiale ormai a tempo scaduto. Ma prima di pensare alle attesissime semifinali, un pensiero alle quattro squadre eliminate; quattro squadre che hanno partecipato con grandissima professionalità e serietà, dimostrando oltretutto di essere grandissimi manager eliminati in una competizione che solamente i veri campioni hanno l'opportunità di giocare. Da oggi per voi il Mondiale per Club finisce, ma la storia, quella che avete già scritto, resta per sempre!


--Girone A--

Forse, è andata meglio così. Enrico Ruocco ed Esposito Giuseppe, a posteriori, non potranno rimpiangere la mancata vittoria con il fanalino di coda Honeymoon Sounders, visto che alla luce del pareggio tra Misterchef e Superenalotto, anche una vittoria sarebbe stata inutile. Contro un Francesco Settembre già proiettato alle semifinali, la squadra di Marco Milandri mette in campo un undici ben organizzato e determinato a conquistare una qualificazione che, alla fine, ha ampiamente meritato. La vittoria, pur sfiorata di un soffio, non è arrivata, ma il punticino conquistato con questo 1 a 1 basta e avanza per entrare nella final four. Il divertentissimo e spettacolare 2 a 2 messo in piedi dalla Honeymoon Sounders di Corrado Serafini e dalla Berz non Molla di Enrico Ruocco e Giuseppe Esposito, allora, alla fine si trasforma in un triste e malinconico congedo. Tornano a casa due squadre che hanno dato anima e cuore, ma che non sono riusciti a trasformare le loro grandi potenzialità in risultato, l'unica cosa che conta in una competizione così breve. Onore comunque a loro!

HONEYMOON SOUNDERS - BERZ NON MOLLA
2 - 2 (72.5 - 72.5)

MISTERCHEF - SUPERENALOTTO
1 - 1 (71 - 68.5)

7 SUPERENALOTTO - Settembre Francesco
5 MISTERCHEF - Milandri Marco
2 BERZ NON MOLLA - Ruocco Enrico
1 HONEYMOON SOUNDERS - Serafini Corrado


--Girone B--

A vincere il match è l'AC Salute di Nicolò De Benedetto, ma la festa, a fine partita, è tutta del Borgorosso. Grazie ad una incredibile concatenzione di circostanze, infatti, Andrea Caverzaschi può festeggiare l'accesso alle semifinali in un classifica che definire incredibile è poco. La vittoria dell'AC Salute sullo stesso Borgorosso e la contemporanea sconfitta del Boca di Malizia Massimiliano su un'incontenibile armata quale si è dimostrata l'Evribadi di Fabio Nepi, hanno infatti prodotto una graduatoria con tre squadre a tre punti. Impossibilitati a definire la classifica sulla base degli scontri diretti (una vittoria ed una sconfitta a testa), a fare la differenza, scusate il gioco di parole, è proprio la differenza reti. La vittoria con un solo gol di scarto dell'AC Salute e la contemporanea sconfitta con due gol di scarto del Boca Juniors regalano infatti la qualificazione al Borgorosso, che può vantare uno scarto di un solo gol in rosso rispetto ai due del Boca e dell'AC Salute. Come spesso accade a questi livelli, sono i dettagli a fare la differenza.

AC SALUTE - BORGOROSSO
1 - 0 (68 - 65.5)

BOCA JUNIORS - EVRIBADI
0 - 2 (65.5 - 75)

9 EVRIBADI - Nepi Fabio
3 BORGOROSSO - Caverzaschi Andrea
3 BOCA JUNIORS - Malizia Massimiliano
3 AC SALUTE - De Benedetto Nicolò

mercoledì 18 gennaio 2017

Mondiale per Club - Superenalotto... ma non è solo fortuna!

E' l'eterno dilemma di chi ama questo gioco: ma il fantacalcio, è solamente fortuna? Personalmente, dopo oltre quindici anni di esperienza, mi sono fatto l'idea che no, il fantacalcio non è solamente fortuna. Certamente la dea bendata incide sul breve termine, sulla singola giornata o magari anche in una intera stagione; ma alla lunga, andando a vedere la carriera di un partecipante, ritengo che la fortuna non incida assolutamente; o quantomeno incida su tutti allo stesso modo neutralizzando la sua influenza. E' con questa riflessione che apriamo il nostro racconto su questo secondo capitolo del mondiale per club. Un secondo turno, questo, dove già sono arrivati i primi verdetti (normale per una competizione così breve) e in cui dedichiamo la nostra copertina alla prima squadra volata alle semifinali. E fidatevi, è puramente casuale il fatto che si tratti della squadra che già nel nome fa più riferimento al tanto temuto quanto osannato e desiderato fattore "c": la Superenalotto. La squadra di Francesco Settembre, infatti, conquista largamente la sua seconda vittoria consecutiva confermando la schiacciasassi che tutti già avevamo ammirato nel primo turno. E se proprio vogliamo già partire con le scommesse su quale squadra si laureerà campione del mondo... bè, eccovi serviti quella che si candida ad essere la squadra da battere. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio cosa è successo in questo secondo turno!


--Girone A--

 Con la mneritatissima vittoria di Francesco Settembre e la sua Superenalotto, non abbiamo ottenuto solamente la certezza del passaggio del turno della squadra proveniente dalla debuttante COLF; il secondo verdetto di questa giornata è infatti l'eliminazione dell'Honeymoon Sounders di Serafini Corrado (FCE), che nonostante tutta la buona volontà e l'impegno messo in campo, è costretto prematuramente a dire addio ai suoi sogni mondiali. Resta attaccata ad un filo, invece, la Berz Non Molla di Enrico Ruocco e Giuseppe Esposito (FC Costa D'Amalfi). Solo la sfortuna gli ha impedito di ottenere i tre punti contro i rivali del Misterchef di Marco Milandri (AFI); ed a questo punto sono proprio loro a diventare i loro diretti concorrenti. Tuttavia, i favori dei pronostici sono tutti per la Misterchef, a cui basterà un punto, o una non vittoria del Berz Non Molla in caso di sconfitta, per essere certo di passare il turno. E così tutto si deciderà tra una settimana, quando la Berz Non Molla sarà obbligato alla vittoria contro un Honeymoon Sounders ormai già eliminata, mentre la Misterchef metterà in scena il bigmatch contro Superenalotto, sfida che mette in palio anche il primato del girone.

BERZ NON MOLLA - MISTERCHEF
2 - 2 (77 - 72)

SUPERENALOTTO - HONEYMOON SOUNDERS
2 - 0 (76.5 - 65)

6 SUPERENALOTTO - Settembre Francesco
4 MISTERCHEF - Milandri Marco
1 BERZ NON MOLLA - Ruocco Enrico
0 HONEYMOON SOUNDERS - Serafini Corrado


--Girone B--

Manca ormai solo la matematica a dare ragione ad una Evribadi coriacea e quanto mai combattiva. La squadra di Fabi Nepi (SIF), pur ritrovandosi con una rosa decimata dagli infortuni e dalle assenze, dimostra di avere un carattere d'acciaio battendo con un 2 a 0 all'inglese una frastornata AC Salute. La squadra di Fabio corre così a punteggio pieno verso una qualificazione che appare ormai scontata, e contemporaneamente butta praticamente fuori la squadra di Nicolò De Benedetto, ancora ferma a 0 punti. Solamente un miracolo, infatti, potrà qualificare la rappresentante della Twinned's League, che dovrà sperare in una vittoria (possibilmente larga) dell'Evribadi sul Boca Juniors e nel frattempo dovrà battere (sempre con molti gol) il temibile Borgorosso (in modo da arrivare alla fine con un terzetto a 3 punti in cui ad essere decisiva sarebbe la differenza reti). Molto più probabilmente, invece, saranno proprio Boca Juniors (FFE) e Borgorosso (FantaCoppe2010) a giocarsi l'ultimo posto disponibile. E in questo senso, la vittoria di Andrea Caverzaschi sul team di Massimiliano Malizia assume una importanza fondamentale, dal momento che lo mette davanti in caso di finale a parità di punti. Non basterà quindi vincere al Boca Juniors di Max; dovrà anche sperare in una non vittoria degli avversari; e solamente in caso di sconfitta di quest'ultimi potrebbe accontentarsi del pareggio. Insomma, ci aspettano novanta minuti di passione. Alla prossima!

BORGOROSSO - BOCA JUNIORS
2 - 1 (77.5 - 67)

EVRIBADI - AC SALUTE
2 - 0 (77.5 - 64.5)

6 EVRIBADI - Nepi Fabio
3 BORGOROSSO - Caverzaschi Andrea
3 BOCA JUNIORS - Malizia Massimiliano
0 AC SALUTE - De Benedetto Nicolò

martedì 10 gennaio 2017

Mondiale per Club - Misterchef ci prende subito gusto

E' subito spettacolo. I primi novanta minuti della settima edizione del Mondiale per Club regalano già gol, emozioni e sorprese a non finire: di certo, un ottimo antipasto di quello che ci aspetterà. Il dato più eclatante è il grandissimo equilibrio visto in campo con partite tiratissime e risultati in bilico fino alla fine; cosa a cui fa però da contrappeso un primo turno che non regala neanche un pareggio. Il risultato è che entrambe le classifiche dei due gironi si ritrovano ad essere già spezzate, con quattro squadre già a 3 punti ed altrettante ancora ferme a 0: una situazione, in una competizione così breve, che rischia di essere già pericolosissima e che renderà il prossimo turno ancora più infuocato, con tantissime sfide da dentro o fuori. Ma prima di pensare al futuro ed al prossimo weekend, analizziamo bene cosa è successo in questa prima giornata!


--Girone A--

E' sicuramente Misterchef la squadra a cui è obbligatorio dedicare la copertina di questa primo turno. La squadra rappresentante dell'AFI e capitanata da Marco Milandri, infatti, risulta essere seppur di pochissimo la migliore nei primi novanta minuti e conquista una meritatissima vittoria per 2 a 0 nei confronti di un Honeymoon Sounders di Corrado Serafini (FCE) mai entrato veramente in partita. Nell'altro match, sicuramente più equilibrato, è il Superenalotto di Francesco Settembre (COLF) a prevalere sul Berz Non Molla della coppia Ruocco Enrico e Giuseppe Esposito (FC Costa D'Amalfi). Gli amalfitani lottano con grinta ed orgoglio, ma proprio allo scadere arriva il decisivo 2 a 1 del Superenalotto che si prende così l'intera, pesantissima, posta in palio. Nel prossimo turno, ci attendono due sfide infuocate con le due capoliste impegnate contro le due squadra ancora al palo; precisamente, Misterchef cercherà di chiudere il discorso qualificazione contro un Berz Non Molla ferito e determinato ad ottenere un pronto riscatto, mentre il Superenalotto tenterà di fare tredici contro un Honeymoon Sounders già con le spalle al muro: ne vedremo delle belle!

BERZ NON MOLLA - SUPERENALOTTO
1 - 2 (66 - 72)

MISTERCHEF - HONEYMOON SOUNDERS
2 - 0 (73.5 - 62.5)

3 MISTERCHEF - Milandri Marco
3 SUPERENALOTTO - Settembre Francesco
0 BERZ NON MOLLA - Ruocco Enrico
0 HONEYMOON SOUNDERS - Serafini Corrado


--Girone B--

Ancora più brividi, se possibile, sono quelli vissuti in questo girone. Qui, infatti, entrambe le partite sono stati decisi da episodi e mezzi punti; particolari che, a questi livelli, possono davvero fare la differenza. L'Evribadi di Fabio Nepi (SIF), ad esempio, ha ottenuto tre punti pesantissimi contro lo sfortunato Borgorosso di Andrea Caverzaschi (FantaCoppe 2010) solamente grazie al bonus lega, il punticino che premia la squadra proveniente da una lega più numerosa. Un 1 a 0 che pesa come un macigno sui destini di entrambe le squadre che iniziano questa competizione immettendosi su due binari praticamente opposti non determinati, per fortuna, dalla penalità inflitta al Borgorosso per la tardiva consegna della Lista; penalità, infatti, che alla fine dei conti non va ad incidere sul risultato finale. Ancora più rocambolesca, se vogliamo, è la vittoria dei campioni in carica della FFE, il Boca Juniors di Massimiliano Malizia. In un match tiratissimo e pieno di emozioni come quello contro l'AC Salute di Nicolò De Benedetto, la differenza la fa appena un misero mezzo punto che manca alla rappresentante della Twinned's League per completare una rimonta che dopo l'iniziale doppietta di Perisic sembrava impossibile. E così, con una già preoccupante voragine in classifica, il prossimo turno diventa davvero fondamentale. Il Boca Juniors tenterà di chiudere la pratica contro un Borgorosso che però non ha intenzione alcuna di recitare il ruolo di cenerentola del girone, mentre l'AC Salute sta già preparando minuziosamente il bigmatch contro l'Evribadi: una sfida che vale veramente un mondiale. Alla prossima!

BORGOROSSO - EVRIBADI
0 - 1 (60 - 66.5)

BOCA JUNIORS - AC SALUTE
2 - 1 (73 - 71.5)

3 BOCA JUNIORS - Malizia Massimiliano
3 EVRIBADI - Nepi Fabio
0 AC SALUTE - De Benedetto Nicolò
0 BORGOROSSO - Caverzaschi Andrea

martedì 3 gennaio 2017

Sorteggi effettuati, ecco i gironi del Mondiale!

Che questa edizione del Mondiale per Club sia del tutto speciale rispetto alle precedenti ce lo segnala anche il fatto che proprio quest'anno, per la prima volta, è stato effettuato un sorteggio per decidere la composizione dei due gironi. Senza farvi perdere troppo tempo, vi lascio quindi al video che potrete seguire comodamente seduti. Ringrazio per la realizzazione il telecameramen Giorgio Del Brocco, il pallottoliere nonché addetto al montaggio Marino Cervoni e il presentatore Enrico Levantini. Buona visione!